Quella premessa su Ferrara 1943

Cosa c’entra la strage di Ferrara del 15 novembre 1943 con la storia di Salvatore Giuliano e della strage di Portella della Ginestra? Il legame c’è, è politico e storico. Perché queste vicende sono collegate dal filo nero della Repubblica di Salò, dello squadrismo fascismo e delle organizzazioni militari e paramilitari come la Decima Mas e le Brigate Nere.

La strage di Ferrara è stata la prima della Repubblica da Salò. Usata come modello dai fascisti per quello che avvenne in seguito. Benito Mussolini coniò lo slogan “ferrarizzare l’Italia”.

Si legge nel libro “Il Bandito della Guerra fredda”

Leggendo quell’articolo a commento dell’ennesima strage compiuta in Sicilia, meno di due mesi dopo quella di Portella della Ginestra, inevitabilmente mi sono ritrovato a precipitare nella mia storia familiare e nelle mie radici, lontanissime dall’isola ma legate a questa da un filo sottile e doloroso. Sono nato a Ferrara, infatti, dove nel novembre del 1943 avvenne quella che è possibile definire la prima strage del colpo di coda velenoso del ventennio fascista: la Repubblica di Salò. Sono cresciuto con i racconti dei miei famigliari su quel giorno. Ho cercato, adulto, testimoni e documenti. E solo oggi mi rendo conto che il prologo di quello che successe poi in Sicilia, e ancora dopo negli anni della “strategia della tensione”, l’ho inciso a fuoco nel mio Dna.

La foto è tratta da film “La lunga notte del ’43” di Florestano Vancini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...